SPEDIZIONE GRATUITA CON ORDINI SUPERIORI A 70 €

Gymnema sylvestre: proprietà e controindicazioni

La Gymnema sylvestre è una pianta conosciuta nella medicina ayurvedica. È associata a una migliore salute metabolica. Perché viene consigliata? Quali sono le sue controindicazioni?

Continuate a leggere!

 

Proprietà della Gymnema sylvestre

Gli integratori a base di Gymnema sylvestre si sono diffusi in tutto il mondo. Grazie alla sua composizione, la pianta ha attirato l’attenzione della medicina occidentale;  ormai riconosciuto il suo potenziale come coadiuvante contro alcuni problemi di salute. 

Uno studio pubblicato su Frontiers in Pharmacology illustra la composizione della pianta, che include composti chimici di grande importanza terapeutica, come lo stigmasterolo e saponine triterpenoidi. Queste, in particolare, le conferiscono le seguenti proprietà:

  • Ipoglicemizzante..
  • Antiossidante.
  • Antitumorale.
  • Antimicotica.
  • Epatoprotettiva.

Benefici della Gymnema sylvestre

I principali composti bioattivi della Gymnema sylvestre sono gli acidi gimnemici. Questi, insieme a composti fenolici, saponine e antrachinoni, le conferiscono un’ampia varietà di effetti positivi per la salute. A seguire illustreremo i più rilevanti.

Il diabete è una malattia cronica difficile da gestire. Questa pianta aiuta a regolare i livelli di zucchero diminuendo il desiderio di consumo.

Riduce il desiderio di zucchero

La Gymnema sylvestre riduce la voglia di zuccheri. Secondo uno studio divulgato su Physiology & Behavior, questo effetto si deve agli acidi gimnemici che bloccano i recettori del dolce nelle papille gustative.

Quanto appena detto risulta di grande aiuto per chi ha sempre voglia di consumare alimenti zuccherati. Assumere gli estratti di questo arbusto prima dei pasti rende meno allettanti i dolci.

Stimola il rilascio di insulina

Principale oggetto di studio è il ruolo di questa pianta in presenza di condizioni come il diabete e la sindrome metabolica. A tal proposito, uno studio pubblicato su Diabetes, Obesity and Metabolism spiega che si tratta di un coadiuvante nel rilascio di insulina da parte del pancreas. 

In concreto, i suoi estratti promuovono la rigenerazione cellulare delle isole pancreatiche, incaricate di produrre questo ormone. Ne consegue che i livelli di glucosio si abbassano e la salute migliora. A ogni modo, sono necessarie ulteriori ricerche in merito.

Regola i livelli di glucosio

La Gymnema sylvestre presenta effetti ipoglicemizzanti. Questo significa che il suo consumo abbassa i livelli alti di zucchero nel sangue. Inoltre, è stata impiegata insieme ai medicinali con il fine di potenziarne gli effetti.

Oltre a stimolare il rilascio di insulina, contribuisce anche a bloccarne i recettori nell’intestino, evitando l’assorbimento del glucosio. Secondo uno studio pubblicato su Current Pharmaceutical Designè necessario assumere tra i 200 e i 400 milligrammi di acido gimnemico per ridurre l’assorbimento intestinale dello zucchero.

Nel caso in cui si assumono medicinali per abbassare i livelli di glucosio, conviene consultare il medico prima di assumere questi integratori. Al momento sono necessari ulteriori studi per valutare questi effetti, così come le dosi e l’efficacia.

Attività antinfiammatoria

I tannini e le saponine presenti nelle foglie della Gymnema sono antinfiammatori. Difatti, gli estratti della pianta sono impiegati come coadiuvanti per condizioni di natura infiammatoria, come il diabete, le malattie cardiache e autoimmuni.

Favorisce il dimagrimento

Non è un rimedio miracoloso per dimagrire dal giorno alla notte, ma il consumo di estratti di Gymnema è associato a una riduzione dell’indice di massa corporea.

In uno studio pubblicato su Diabetes, Obesity and Metabolism si legge che le persone che assumono questo integratore vedono una riduzione del 5% del proprio  peso corporeo e i soggetti con obesità moderata sono indotti a mangiare di meno, dunque presentano una minore presenza di lipidi nel sangue.

Protegge la salute cardiovascolare

Il consumo degli estratti di questa pianta incide anche in modo positivo sulla salute cardiovascolare. Per essere più precisi, sono utili nella regolazione del profilo lipidico.

Utile per abbassare i trigliceridi e il colesterolo cattivo (LDL) nei pazienti obesi, in un 20,2% e un 19% rispettivamente. Possiamo dunque affermare che riduce il rischio di malattie cardiovascolari.

Controindicazioni della Gymnema sylvestre

Per la maggior parte degli adulti sani la Gymnema sylvestre è considerata sicura, purché il suo consumo sia moderato. Tuttavia, data la mancanza di evidenze sulla sua sicurezza, è controindicata nei seguenti casi:

  • Gravidanza e allattamento. 
  • Bambini e neonati.
  • Pazienti con diabete che assumono medicinali (a eccezione che il medico lo indichi).
  • Persone che presto saranno sottoposte a chirurgia.

Sebbene gli effetti secondari siano rari, possono presentarsi a seguito del brusco calo dei livelli di zucchero nel sangue. Tra questi ricordiamo:

  • Mal di testa.
  • Capogiri.
  • Instabilità.
  • Nausea.

Cosa ricordare su questa pianta?

Nella medicina ayurveda la Gymnema sylvestre è apprezzata perché capace di regolare i livelli di glucosio e ridurre i rischi associati alla sindrome metabolica.

Non è tuttavia considerata un trattamento di prima scelta in caso di diabete. Deve essere assunta con moderazione e sotto supervisione medica.

Nonostante alcuni studi ne sostengano proprietà medicinali, non può sostituire i trattamenti convenzionali. Semplicemente, se il medico lo autorizza, può essere un valido integratore per promuovere il benessere!

Asko.it

zuccheri

← Post più vecchi Post più recente →



Lascia un commento

Si informa che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.