SPEDIZIONE GRATUITA CON ORDINI SUPERIORI A 70 €

I benefici dei semi di papaya

La papaya è un frutto delizioso che deve la sua popolarità ai numerosi benefici che apporta alla salute grazie al suo contenuto di fibra, calcio, fosforo, ferro, papaina, tiamina, niacina e vitamine. Fa bene soprattutto al tratto intestinale e al sistema immunitario.

La papaya è popolare in molti paesi del mondo, in quanto è ricca di proprietà e il suo sapore delizioso la rende perfetta per dolci, succhi o per essere mangiata così com’è. Tuttavia, la maggior parte dei consumatori scarta i semi della papaya, ignorando che invece possono essere mangiati e che hanno dei benefici importanti per la salute.

Volete sapere quali sono i benefici che derivano dal consumo dei semi di papaya?

 

 

I semi della papaya possono essere ancora più benefici del frutto stesso. Presentano un sapore molto piccante e amaro. Queste caratteristiche li possono rendere difficili da mangiare, ma nonostante tutto il loro valore medico è molto importante.

 

Tra i loro benefici troviamo:

  • Proprietà antibatteriche che li rendono efficaci contro l’E. coli, la salmonella e lo stafilococco.
  • Possono proteggere i reni da insufficienza indotta dalle tossine.
  • Facilitano l’eliminazione di parassiti intestinali.
  • Aiutano a disintossicare il fegato.

La papaya è un frutto che vale la pena includere nella propria dieta giornaliera. L’ideale sarebbe assumerla almeno una volta alla settimana. Grazie al suo sapore, è molto versatile: la si può includere in ricette di diverso tipo.

 

Non perdete l’opportunità di godere degli incredibili benefici di questo frutto:

Reni

Il consumo di semi di papaya aiuta a prevenire i problemi di insufficienza renale ed è di grande aiuto quando già si soffre di questo disturbo. In questo caso, si consiglia di masticare 7 semi di papaya 7 volte al giorno.

Fegato

Il fegato è uno degli organi più importanti del nostro corpo, la cui funzione è quella di filtrare le tossine e le sostanze tossiche per prevenire molte malattie. Quando quest’organo viene colpito da qualche disturbo, si rischia di sviluppare problemi cronici. Per questo motivo è importante dargli una spinta ed aiutarlo ad eliminare le sostanze di cui non ha bisogno. In questo senso, i semi di papaya possono essere dei grandi alleati, soprattutto in caso di cirrosi epatica. Basta pestare 5 semi di papaya, aggiungere un cucchiaio di succo di limone e bere questo composto 2 volte al giorno per un mese.

Intestino

Grazie all’alto contenuto di enzimi antiparassitari, i semi di papaya migliorano la salute dell’intestino. Essi, infatti, dispongono di un alcaloide antielmintico chiamato carpaina, che ha la capacità di eliminare i parassiti intestinali. In questi casi, dovete far essiccare i semi e poi tritarli. In seguito, diluite un cucchiaino della polvere ottenuta in un po’ d’acqua e fatele bollire. A discrezione, potete aggiungere del miele. L’ideale è consumare questo composto dalle 2 alle 3 volte al giorno.

Apparato digerente

I semi di papaya hanno anche potenti proprietà antibatteriche ed antinfiammatorie che migliorano la salute dell’apparato digerente. Diversi studi hanno riscontrato che i semi di papaya combattono la salmonella e lo stafilococco, tra i tanti agenti infettivi. In questo caso, vi raccomandiamo di consumare 7 semi di papaya 3 volte al giorno.

Assorbono i grassi e gli zuccheri in eccesso

I semi di papaya hanno anche un effetto brucia-grassi nell’organismo, in quanto hanno la capacità di impedire che il corpo assorba grassi e zuccheri in eccesso. Questo accelera il processo di digestione e favorisce la perdita di peso.

ASKO Propone :

Il ns. prodotto PAPAYA 

Tonico per tutto l’organismo, rinforza il sistema immunitario. 

Immunostimolante e antiossidante, contrasta la produzione di radicali liberi. 

E' di FACILE ASSUNZIONE: 2 capsule di papaya fermentata al mattino !

Integratore alimentare concepito per contrastare l'azione dell'invecchiamento.

ASKO.IT

← Post più vecchi Post più recente →



Lascia un commento

Si informa che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.