SPEDIZIONE GRATUITA CON ORDINI SUPERIORI A 80 €

Oli essenziali: proprietà e come usarlI

Le proprietà degli oli essenziali

Noti sin dall’antichità per l’influenza che hanno sulle varie parti del nostro corpo e su numerose affezioni, oltre ad essere efficaci antidolorifici, cicatrizzanti, anti catarrali, stimolatori e riequilibranti, antinfiammatori e tanto altro ancora, gli oli essenziali potenziano anche le normali funzioni vitali. Agiscono anche sulla psiche, influenzando le performance intellettive, la memoria e il rilassamento e favoriscono il sonno.

Le azioni degli oli essenziali, grazie ai loro costituenti chimici, al profumo ed al sapore, coinvolgono dunque diversi apparati. Vediamoli insieme !

Digestione

Stimolano le terminazioni nervose dei recettori gustativi e olfattivi, la salivazione e la digestione grazie all’azione sulla muscolatura liscia, ad esempio l’olio essenziale di basilico, di cannella, di finocchio, di salvia), sono un efficace antiacido e stimolano l’attività del pancreas del fegato.

Cuore e sistema circolatorio

Possono stimolare il muscolo cardiaco o rallentarne le palpitazioni, fino all’ipotensione, agendo sulla muscolatura e le terminazioni nervose.

Sistema nervoso

Forse è l’apparato su cui sono più efficaci. Alcuni oli essenziali (ad esempio l’olio essenziale di origano e di verbena) stimolano il sistema parasimpatico. Altri invece (come il timo e il cipresso) bloccano il sistema parasimpatico; ci sono poi oli essenziali (come la lavanda e l’angelica) che possiedono un’azione stimolante del sistema simpatico, mentre altri (quali il basilico e la santoreggia) hanno un’azione inibente del sistema simpatico.

Alcuni oli essenziali sono eccitanti mentre altri hanno effetti calmanti, infatti stimolano le terminazioni nervose del naso arrivando ai centri olfattivi posti nel cervello, e condizionando così l’umore ed il sistema nervosi

Alcuni oli essenziali sono eccitanti (ad esempio la noce moscata e la menta) e stimolanti (basilico, limone, menta) mentre altri hanno effetti calmanti (camomilla, melissa, verbena). Grazie all’aroma che emanano arrivano ai centri olfattivi posti nel cervello, condizionando così l’umore ed il sistema nervoso, facendo degli oli essenziali degli efficaci ansiolitici e antidepressivi anche per via olfattiva.

Sistema endocrino

E’ provato che gli oli essenziali agiscono come degli ormoni vegetali già a basse dosi per regolare l’attività metabolica e agire come stimolatori o inibitori di alcune ghiandole endocrine: basilico, pino, timo e di rosmarino stimolano la corteccia surrenale, mentre la menta e il gelsomino attivano gli ormoni dell’ipofisi.

Sistema immunitario

Alcuni oli essenziali (ad esempio la lavanda e il pino) stimolano l’organismo a respingere le aggressioni batteriche.

Apparato polmonare

Passano soprattutto dall’apparto respiratorio, effettuando un’azione antisettica (per esempio la menta piperita e l’eucalipto), ed espettorante (canfora, maggiorana, origano, santoreggia) e stimolante della respirazione (la canfora).

Apparato urinario

Gli oli essenziali esercitano un’azione blandamente diuretica (anice verde, betulla e cipresso ma anche limone e sandalo) e antisettica.

 

USO DEGLI OLI ESSENZIALI NELLE PULIZIE DI CASA

Gli elettrodomestici non si dovrebbero lavare con prodotti aggressivi. 

Da provare quindi questo detergente universale: 1 cucchiaino di sapone di Marsiglia liquido; 1/8 tazza d’aceto di vino bianco; 1/4 tazzza di succo di limone; 2 tazze d’acqua; 6 gocce d’estratto di semi di pompelmo; 4 gocce olio di limone; 1 cucchiaino borace.

Disinfettante per il bagno

2 tazze d’acqua calda; 10 gocce olio essenziale di timo; 1/4 tazza borace. 

WC: detergente battericida

Gran parte dei germi non s’annida nella tazza, sempre relativamente pulita, madietro e sotto il sedile. Ecco come snidarli. 2 tazze d’acqua. 1/4 sapone diMarsiglia liquido; 1 cucchiaino olio essenziale di tea tree (melaleuca); 10 gocceolio di eucalipto o di menta.

Camicie: pre-trattare le macchie

Sulla riga sui colletti, prima di lavare: 1/4 tazza d’aceto; 4 gocce d’olio essenziale di limone; 1 cucchiaio bicarbonato.

Ammorbidente

È l’aceto, il miglior ammorbidente in assoluto! Prendete 4 litri d’aceto bianco e aggiungete 10 gocce di olio essenziale di: lavanda, oppure di menta; oppure di limone; oppure… fantasia!

Ma c’è anche la cera per parquet fatta con olio di lino; succo di limone, cera d’api e cera carnauba (con le immancabili 6 gocce d’olio essenziale di rosmarino e d’arancio).

C’è il modo per pulire naturalmente rame, ottone e cromature(acqua gassata e strofinare poi con stagnola dalla parte lucida).

Ci sono perfino rimedi naturali per la nostra auto!

Per esempio, ottimo detergente per fari è 1/4 tazza di bicarbonato, sapone liquido e olio essenziale di pino; rigenerante per cruscotto con sapone e olio essenziale di legno di cedro;

Sui morsetti della batteria, niente grasso chimico, ma vaselina e olio d’oliva.

Il succo di limone rinforzato col suo olio essenziale rimuove il catrame.

Non esistono detersivi chimici così allettanti.

asko.it

← Post più vecchi Post più recente →



Lascia un commento

Si informa che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.